Home - La Voce - Quotidiano Online http://www.lavoce.be/index.php Mon, 24 Apr 2017 19:02:52 +0200 Joomla! - Open Source Content Management it-it Serie A, 33° turno: stasera Fiorentina-Inter per non far scappare l'Europa http://www.lavoce.be/index.php/calcio-night-match/11050-serie-a-33-turno-stasera-fiorentina-inter-per-non-far-scappare-l-europa http://www.lavoce.be/index.php/calcio-night-match/11050-serie-a-33-turno-stasera-fiorentina-inter-per-non-far-scappare-l-europa

campionato calcioMilano, 22 aprile - Si apre oggi il 33° turno del campionato di calcio di serie A, con due incontri interessanti in vista dell'ingresso in Europa League.

L'Atalanta, quinta con 60 punti, attende in casa il Bologna, per un match che non appare destinato ad impensierire eccessivamente la brillante formazione di Gasperini; la squadra di Donadoni, praticamente già salva con 35 punti, non sembra per di più avere altro da chiedere al campionato.

In serata, invece, il match di cartello della giornata vede di fronte Fiorentina ed Inter; entrambe reduci dalle delusioni nei rispettivi derby (i viola hanno perso al 90° contro l'Empoli, mentre l'undici di Pioli ha dovuto ingoiare al 97° il 2-2 del Milan) le due squadre si contendono (insieme ai rossoneri, che hanno 58 punti e domani giocano a San Siro contro l'Empoli) il sesto posto, che garantisce l'accesso ai preliminari di Europa League. La formazione di Paulo Sousa ha 52 punti, quattro in meno dei nerazzurri, e un'eventuale vittoria restituirebbe speranza in chiave europea; l'Inter appare invece gravemente involuta negli ultimi due mesi e ha l'obbligo di rispondere sul campo alle critiche che le sono piovute addosso nel corso dell'ultima settimana.

Il Napoli, che ora con due soli punti in meno rispetto alla Roma, crede concretamente alla possibilità di conquistare il secondo posto, è impegnato domani nel lunch match contro il Sassuolo al Mapei Stadium, dove potrebbe, in caso di vittoria, perfezionare il momentaneo sorpasso a danno dei giallorossi, che chiuderanno il turno lunedì sera a Pescara.

Il pomeriggio domenicale prevede poi altri cinque incontri. La Lazio, quarta con un punto in più dell'Atalanta, gioca all'Olimpico contro un Palermo ormai destinato alla retrocessione; discorso leggermente diverso invece per il Milan, che appare largamente favorito nel match casalingo contro l'Empoli, anche se i toscani di Martusciello hanno bisogno di racimolare gli ultimi punti salvezza per distanziare definitivamente il Crotone, al momento indietro di cinque lunghezze.

Proprio i calabresi, sempre nel pomeriggio di domani, proveranno ad espugnare il "Ferraris" nella complicata trasferta contro la Sampdoria, artefice di una stagione d'eccellenza; a pari punti in classifica con i blucerchiati c'è il Torino di Mihajlovic che gioca a Chievo con l'obiettivo di favorire, da qui a fine campionato, la prolificità di Belotti, impegnato in un duello spalla a spalla con Edin Dzeko per lo scettro di capocannoniere. Ultimo incontro di domani sarà quello tra Udinese e Cagliari che, in virtù di una spensieratezza di classifica e di una buona propensione offensiva, potrebbero dar vita ad un confronto frizzante.

In serata, infine, toccherà alla Juventus, capoclassifica, che affronterà il Genoa allo Stadium; a sei turni dal termine del campionato, i bianconeri hanno l'occasione di incasellare gli ultimi punti in vista del sesto scudetto consecutivo a coronamento di una settimana densa di soddisfazioni, culminata mercoledì scorso con l'accesso alla semifinale di Champions League conquistata contro il Barcellona.

Gigi Bria

]]>
antoniomarino69@hotmail.it (Antonio Marino) In evidenza Sport Sat, 22 Apr 2017 12:48:08 +0200
PARIGI SOTTO ATTACCO. SPARATORIA AGLI CHAMPS ELYSEES: MORTO AGENTE E ASSALITORE http://www.lavoce.be/index.php/esteri/11042-parigi-sotto-attacco-sparatoria-agli-champs-elysees-morto-agente-e-assalitore http://www.lavoce.be/index.php/esteri/11042-parigi-sotto-attacco-sparatoria-agli-champs-elysees-morto-agente-e-assalitore

sparatoria parigiParigi, 20 aprile - Ancora terrore a Parigi. Stasera, intorno alle ore 21, una macchina della Polizia in servizio sugli Champs Elysees, di fronte al negozio "Marks & Spencer" è stata fatta bersaglio di colpi di kalashnikov sparati da un uomo sceso da un'autovettura. Nella sparatoria è rimasto ucciso un agente ed anche l'assalitore. Altri due agenti sono rimasti feriti, uno dei quali gravemente alla testa. Un secondo attentatore sarebbe in fuga, braccato dalle Forze dell'Ordine.

La zona è presidiata ed evacuata e la cittadinanza invitata a non avvicinarsi al luogo della sparatoria.

La Polizia pare sicura nell'affermare che si tratta di terrorismo.

AGGIORNAMENTI

Ore 22,15 - Secondo fonti di agenzia, si sarebbero sentiti altri spari poco distante dal luogo dell'attentato. Sempre i media locali danno notizia della morte del secondo agente ferito.

Ore 22,20 - L'attentatore rimasto ucciso era noto ai Servizi segreti francesi come individuo radicalizzato e pericoloso. Il portavoce del Ministro degli Interni ha affermato che l'obiettivo dell'attacco era proprio la Polizia. Prima dell'attentato, il killer avrebbe scritto un post sul social Telegram, dove dichiarava che voleva colpire gli agenti.

Ore 22,42 - Pare che la possibilità di un secondo attentatore in fuga stia decadendo, come la notizia di altri spari uditi vicino al punto dell'attentato. Intanto non è ancora ufficiale la morte del secondo agente rimasto ferito. Una perquisizione sarebbe in corso nell'abitazione dell'attentatore, in località Seine-et-Marne, ad est del Capoluogo francese.

Ore 23,21 - Il presidente francese Hollande, parlando in conferenza stampa di quanto accaduto, ha detto che si tratta di azione terroristica, esprimendo il proprio cordoglio per l'agente di Polizia rimasto ucciso e solidarietà ai feriti ed alle famiglie. Ha inoltre garantito che l'allarme su Parigi resta elevatissimo e che domattina alle 8 sarà tenuta una riunione del Consiglio straordinario sulla sicurezza.

Ore 23,35 - L'Isis ha rivendicato l'attentato.

Antonio Marino

]]>
antoniomarino69@hotmail.it (Antonio Marino) In evidenza Esteri Thu, 20 Apr 2017 22:04:36 +0200
Europa League: vincono Lione, Celta Vigo e Ajax. Pari per il Manchester http://www.lavoce.be/index.php/calcio-night-match/11008-europa-league-vincono-lione-celta-vigo-e-ajax-pari-per-il-manchester http://www.lavoce.be/index.php/calcio-night-match/11008-europa-league-vincono-lione-celta-vigo-e-ajax-pari-per-il-manchester

europa leagueMilano, 14 aprile - Oltre alla Champions League, con la sola Juventus rimasta a tenere alti i colori italiani, anche l'Europa League è giunta al nodo dei quarti di finale, le cui partite di andata si sono svolte nella serata di ieri. Solo il Belgio può vantare ancora due squadre (Anderlecht e Genk) tra le ultime otto, mentre le restanti sei sono divise tra Inghilterra, Francia, Turchia, Olanda, Spagna e Germania.

Il match più interessante sulla carta era quello tra Anderlecht e Manchester United, con la squadra di Mourinho che rimane la favorita per la vittoria finale. In terra belga il match si è concluso sull'1-1 in ragione delle reti di Mkhitaryan al 37° e di Dendoncker a quattro minuti dal termine. L'esito dei primi novanta minuti vede quindi gli inglesi favoriti in vista del ritorno, anche se l'undici capitanato dall'astro nascente Tielemans non è avversario da prendere sotto gamba.

A Lione, invece, i padroni di casa si sono imposti per 2-1 sul Besiktas. Il match ha però preso il via con ampio ritardo a causa delle intemperanze dei tifosi, che hanno macchiato il prepartita con il lancio di petardi e con un'invasione di campo. Ripristinate le condizioni minime per giocare a pallone, i turchi hanno trovato il vantaggio con Babel al quarto d'ora; gli ospiti sono poi riusciti a difendere il gol fino a sette minuti dal termine, quando in soli due giri di orologio Tolisso e Morel hanno ribaltato il punteggio.

Nell'incontro che in apparenza avrebbe dovuto offrire meno spettacolo, Celta Vigo e Genk si sono invece rese protagoniste di un match frizzante, da cui i galiziani sono usciti vincitori per 3-2. Le marcature sono però state aperte dai fiamminghi, che hanno trovato il vantaggio con la rete di Boetius; la reazione dei padroni di casa è stata poi poderosa con Sisto, Iago Aspas e Guidetti che hanno portato il Celta sul 3-1. Nella ripresa, però, Buffel firma il secondo gol per i belgi, lasciando aperte tutte le porte in chiave qualificazione.

L'ultimo quarto di finale poneva infine di fronte Ajax e Schalke 04; gli olandesi hanno conquistato la vittoria con un secco 2-0 in forza della doppietta di Klaassen. Il gioiello del centrocampo dei lancieri ha trasformato un calcio di rigore nel primo tempo, per poi raddoppiare nella ripresa su servizio di Justin Kluivert, promettentissimo figlio di Patrick, visto anche al Milan sul finire degli anni '90.

Gigi Bria

]]>
antoniomarino69@hotmail.it (Antonio Marino) In evidenza Sport Fri, 14 Apr 2017 10:24:13 +0200
IL MILAN E' DEI CINESI. SI CHIUDE UFFICIALMENTE L'ERA DI BERLUSCONI http://www.lavoce.be/index.php/calcio-night-match/milan/10999-il-milan-e-dei-cinesi-si-chiude-ufficialmente-l-era-di-berlusconi http://www.lavoce.be/index.php/calcio-night-match/milan/10999-il-milan-e-dei-cinesi-si-chiude-ufficialmente-l-era-di-berlusconi

milan berlusconi liMilano, 13 aprile - Come annunciato, oggi è stato il gran giorno. Il Milan non appartiene più a Fininvest e quindi, a Silvio Berlusconi. La proprietà passa alla Rossoneri Sport Investment Lux di Mr. Li. Lo annuncia un comunicato congiunto emesso dalle due società: "Fininvest ha oggi finalizzato la cessione alla Rossoneri Sport Investment Lux dell'intera partecipazione, pari al 99,93%, detenuta nell'AC Milan. Gli acquirenti hanno confermato l'impegno a compiere importanti interventi di ricapitalizzazione e rafforzamento patrimoniale e finanziario di AC Milan".

"Ringrazio Berlusconi e Fininvest per la fiducia, e i tifosi per la pazienza, da oggi costruiamo il futuro". Sono queste le parole di Li Yonghong, a margine dell'ufficializzazione dell'acquisto.

Silvio Berlusconi, a sua volta ha dichiarato: ""Lascio oggi, dopo più di trent'anni, la titolarità e la carica di Presidente del Milan. Lo faccio con dolore e commozione, ma con la consapevolezza che il calcio moderno, per competere ai massimi livelli europei e mondiali, necessita di investimenti e risorse che una singola famiglia non è più in grado di sostenere. Non potrò mai dimenticare le emozioni che il Milan ha saputo regalarmi e regalare a tutti noi". "Se oggi lascio ogni carica operativa e rappresentativa, rimarrò sempre il primo tifoso del Milan, la squadra che mio padre mi insegnò ad amare da bambino, il sogno che abbiamo realizzato insieme. Ai nuovi responsabili rivolgo l'augurio più cordiale e sentito di realizzare traguardi ancora più straordinari di quelli ottenuti da noi". "Non dimenticherò mai tutte le persone grazie alle quali ho avuto il privilegio di presiedere il Club che ha vinto così tanto. Prima di tutto, naturalmente, i grandi tecnici e i grandi campioni che hanno reso possibile queste imprese che rimarranno per sempre nella storia del calcio. Nominarli uno ad uno sarebbe impossibile: a tutti loro un grande abbraccio collettivo. Lo stesso abbraccio che rivolgo a tutti coloro che, con ruoli dirigenziali, tecnici, amministrativi e sanitari hanno fatto del Milan non solo una squadra, ma una società modello nel mondo del calcio. Fra queste persone, il primo da citare è Adriano Galliani, che del nostro Milan è stato l'infaticabile costruttore e motore". "Ma soprattutto - prosegue - il mio grazie dal più profondo del cuore va ai nostri tifosi. Ai milioni di appassionati che hanno riempito gli stadi di tutto il mondo per gridare Forza Milan, ai tanti altri, molti di più ancora, che essendo lontani fisicamente, ci sono stati vicini con simpatia ed entusiasmo. Senza di loro, il nostro Milan vincente non sarebbe esistito e non esisterebbe. Con loro abbiamo vinto tutto quello che si poteva vincere. Ho negli occhi e nel cuore mille momenti nei quali le testimonianze di affetto dei nostri sostenitori sono state straordinarie e commoventi".

Antonio Marino

]]>
antoniomarino69@hotmail.it (Antonio Marino) In evidenza Milan Sport Thu, 13 Apr 2017 16:07:02 +0200
Firme false Cinquestelle. Chiesto il rinvio a giudizio per 14 persone http://www.lavoce.be/index.php/attualita/10996-firme-false-cinquestelle-chiesto-il-rinvio-a-giudizio-per-14-persone http://www.lavoce.be/index.php/attualita/10996-firme-false-cinquestelle-chiesto-il-rinvio-a-giudizio-per-14-persone

cinquestelle firme falsePalermo, 12 aprile - La Procura di Palermo ha chiesto il rinvio a giudizio per 14 persone coinvolte nel caso delle firme false per il Movimento Cinquestelle, in occasione delle elezioni amministrative del 2012. Tra queste, tre parlamentari nazionali, due regionali ed un Cancelliere del Tribunale.

I reati contestati a vario titolo sono quelli di falso e violazione della legge regionale varata nel 1960, che recepisce il Testo Unico nazionale in materia di elezioni.

Secondo l'accusa, gli indagati avrebbero copiato e quindi, falsificato firme errate per presentarle successivamente a sostegno della lista grillina.

Antonio Marino

]]>
antoniomarino69@hotmail.it (Antonio Marino) In evidenza Attualità Thu, 13 Apr 2017 12:58:18 +0200
Inflazione. Dopo quattro aumenti, a marzo battuta d'arresto all'1,4% http://www.lavoce.be/index.php/economia/10995-inflazione-dopo-quattro-aumenti-a-marzo-battuta-d-arresto-all-1-4 http://www.lavoce.be/index.php/economia/10995-inflazione-dopo-quattro-aumenti-a-marzo-battuta-d-arresto-all-1-4

inflazioneRoma, 12 aprile - Dopo quattro aumenti consecutivi, l'inflazione frena a marzo assestandosi all'1,4%. Lo comunica l'ISTAT, confermando i dati preliminari.

Su base mensile non si registrano variazioni nell'indice nazionale dei prezzi che invece, aumenta su base annua, generando la percentuale dell'1,4.

A febbraio, il dato inflazionistico voleva un +1,6%.

Antonio Marino

]]>
antoniomarino69@hotmail.it (Antonio Marino) In evidenza Economia Thu, 13 Apr 2017 12:42:09 +0200
Consip. Carabinieri e Finanza acquisiscono atti su ordine della Procura http://www.lavoce.be/index.php/attualita/10994-consip-carabinieri-e-finanza-acquisiscono-atti-su-ordine-della-procura http://www.lavoce.be/index.php/attualita/10994-consip-carabinieri-e-finanza-acquisiscono-atti-su-ordine-della-procura

consipRoma, 12 aprile - I Carabinieri di Roma e la Guardia di Finanza di Napoli, su ordine della Procura capitolina stanno eseguendo un'acquisizione di atti presso la sede della Consip, a seguito dell'inchiesta in corso sul maxi appalto FM4 da 2,7 miliardi di euro.

La magistratura romana inoltre, intende eseguire un incidente probatorio che riguarda Marco Gasparri, il manager della Consip indagato per corruzione nel filone di indagine che ha portato all'arresto di Alfredo Romeo. I giudici vorrebbero cristallizzare le affermazioni d'accusa di Gasparri nei confronti di Romeo.

Antonio Marino

]]>
antoniomarino69@hotmail.it (Antonio Marino) In evidenza Attualità Thu, 13 Apr 2017 12:28:20 +0200
Attacco pullman Borussia. Non ci sono prove a carico dell'uomo arrestato http://www.lavoce.be/index.php/esteri/10993-attacco-pullman-borussia-non-ci-sono-prove-a-carico-dell-uomo-arrestato http://www.lavoce.be/index.php/esteri/10993-attacco-pullman-borussia-non-ci-sono-prove-a-carico-dell-uomo-arrestato

attentato pullman borussiaBerlino, 12 aprile - Non ci sono prove a carico del presunto fondamentalista islamico, fermato ieri per l'attentato al pullman del Borussia Dortmund. Lo ha confermato la Procura Antiterrorismo tedesca.

All'uomo è stato comunque confermato lo stato di fermo perché appartenente allo Stato Islamico. Le indagini hanno infatti dimostrato un suo periodo di militanza nell'Isis quando si trovava in Iraq.

Antonio Marino

]]>
antoniomarino69@hotmail.it (Antonio Marino) In evidenza Esteri Thu, 13 Apr 2017 12:12:01 +0200
Alitalia. Proseguono trattative serrate e delicate tra Governo e sindacati http://www.lavoce.be/index.php/attualita/10992-alitalia-proseguono-trattative-serrate-e-delicate-tra-governo-e-sindacati http://www.lavoce.be/index.php/attualita/10992-alitalia-proseguono-trattative-serrate-e-delicate-tra-governo-e-sindacati

alitaliaRoma, 12 aprile - Nuovo vertice tra Governo e sindacati per la delicata questione Alitalia. La leader della CGIL, Susanna Camusso ha affermato che "la trattativa deve continuare. Abbiamo fatto proposte e vogliamo su quelle continuare a discutere". E sollecitando Governo ed azienda a fare di più, ha aggiunto: "Penso non ci possano essere ultimatum,anche perché le decisioni vanno condivise dai lavoratori".

Barbagallo, della UIL ha detto: "La situazione è delicata,vedremo di fare il possibile per un accordo nell'interesse dei lavoratori e per il rilancio dell'impresa". Gli ha fatto eco Furlan della CISL: "Ce la metteremo tutta, speriamo si riesca a concludere l'accordo".

L'esito dell'incontro ha voluto un ribadire le posizioni delle rappresentanze sindacali che ora, il Governo dovrà trasferire all'azienda.

Antonio Marino

]]>
antoniomarino69@hotmail.it (Antonio Marino) In evidenza Attualità Thu, 13 Apr 2017 11:52:28 +0200