palermo dainotti ucciso mafiaPalermo, 21 maggio - Le strade di Palermo tornano a macchiarsi di sangue. Questa mattina, al quartiere Zise, è stato ucciso il boss mafioso, Giuseppe Dainotti: aveva 67 anni. Dainotti, considerato capo mandamento di Porta Nuova, era in bicicletta quando è stato raggiunto dai colpi di pistola. Aveva scontato una condanna ad oltre 25 anni di carcere per l'omicidio del Capitano dei Carabinieri, Emanuele Basile e dei suoi colleghi, Bommarito e Morici. La sentenza che lo aveva giudicato colpevole, era stata in un primo momento una condanna all'ergastolo, ma nel 2014, Dainotti beneficiò della legge Carotti e venne scarcerato.

Non solo omicidi nella sua carriera criminale: Dainotti era stato condannato anche per la rapina miliardaria messa a segno al Monte dei Pegni nel 1991.

Sul luogo dell'omicidio sono in corso i rilievi a cura della Polizia di Stato.

Antonio Marino