Giovedì, Dicembre 14, 2017

ragazzino violentato napoliNapoli, 24 marzo - Orrore a Giugliano, in provincia di Napoli. Un ragazzino di 13 anni affetto da disturbi di apprendimento, è stato più volte violentato da un branco di 11 minori dei quali tre, non ancora 14enni. I presunti violentatori, pare provengano da contesti familiari disagiati. L'ultimo degli episodi risalirebbe allo scorso mese di gennaio e molti di questi si sarebbero consumati nel Centro storico del Comune.

La mamma del ragazzino ha denunciato la vicenda ai Carabinieri che hanno ricostruito i fatti e disposto per otto dei presunti aguzzini, il trasferimento in una comunità.

I fatti hanno sollevato lo sdegno nella cittadinanza. Il Sindaco di Giugliano, Antonio Poziello ha così commentato: "L'episodio portato alla luce dall'indagine dei Carabinieri della Compagnia di Giugliano è terribile. Non ci sono parole per commentare. L'idea che a compiere le violenze sia stato un 'branco' di minori, di cui due con meno di 14 anni, lascia sgomenti".

Alle parole del Primo Cittadino del Comune campano, fanno eco quelle dell'Assessore comunale alla Legalità, Adolfo Grauso: "L'amministrazione comunale ha già avviato una serie di interventi ed attività per il contrasto e la prevenzione del bullismo. Lunedì, la Giunta approverà una delibera, cui lavoriamo da tempi, per l'istituzione di uno sportello finalizzato alla prevenzione del bullismo in collaborazione con le istituzioni scolastiche, in particolare con il docente referente per la prevenzione al fenomeno del bullismo".

Antonio Marino

comments

CULTURA

RICETTE

MISTERI

FASHION