Giovedì, Dicembre 14, 2017

milano scuola mameli protestaMilano, 17 maggio - "Questa mattina mi sono unito al corteo formato da alunni, genitori e docenti della scuola Mameli, di via Linneo 2, per sostenere la loro richiesta di una rapido ripristino di decoro e sicurezza dell’Istituto". – Spiega Alessandro De Chirico, Vice Capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale –. "Una questione per cui ho già presentato un'interrogazione, chiedendo un intervento dell'Amministrazione". 

"Lungo il tragitto percorso fra la scuola Mameli e la scuola Moscati - facenti parte dello stesso istituto comprensivo -, ho avuto modo di confrontarmi con genitori e docenti, approfondendo le loro preoccupazioni in merito allo stato in cui versa l’edificio. Alcune aule e corridoi del primo piano, il secondo e il terzo piano e la palestra dichiarati inagibili a causa di crolli dell’intonaco con il conseguente trasferimento di due terzi degli alunni negli altri istituti scolastici e la preoccupazione per l’incolumità di quelli rimasti nella Mameli che comunque sono "accampati" nella biblioteca e nei laboratori che quindi non sono utilizzabili per il loro scopo originario. Una situazione scomoda e poco serena che tutti auspicano non condizioni l’esito scolastico degli studenti.
Quello cui ci troviamo davanti è un complessivo invecchiamento strutturale dell’edificio, che crolla a causa di una mancata manutenzione e degli interventi tampone effettuati, che nel complesso hanno cagionato più danni del tempo. Allo stato attuale delle cose, i monitoraggi effettuati non sono serviti a prevenire nuovi crolli e non vi è alcuna garanzia non ne avvengano altri che coinvolgano i ragazzi presenti nell’istituto".

"Evidentemente quest’amministrazione, che ha sempre altre priorità, non tiene in nessun conto le esigenze e l’incolumità dei ragazzi, che i genitori vorrebbero affidare con fiducia. Sala probabilmente è troppo impegnato ad organizzare marce contro i muri per occuparsi dei soffitti delle scuole milanesi".

Antonio Marino

comments

CULTURA

RICETTE

MISTERI

FASHION