Giovedì, Ottobre 19, 2017

europa leagueMilano, 14 aprile - Oltre alla Champions League, con la sola Juventus rimasta a tenere alti i colori italiani, anche l'Europa League è giunta al nodo dei quarti di finale, le cui partite di andata si sono svolte nella serata di ieri. Solo il Belgio può vantare ancora due squadre (Anderlecht e Genk) tra le ultime otto, mentre le restanti sei sono divise tra Inghilterra, Francia, Turchia, Olanda, Spagna e Germania.

Il match più interessante sulla carta era quello tra Anderlecht e Manchester United, con la squadra di Mourinho che rimane la favorita per la vittoria finale. In terra belga il match si è concluso sull'1-1 in ragione delle reti di Mkhitaryan al 37° e di Dendoncker a quattro minuti dal termine. L'esito dei primi novanta minuti vede quindi gli inglesi favoriti in vista del ritorno, anche se l'undici capitanato dall'astro nascente Tielemans non è avversario da prendere sotto gamba.

A Lione, invece, i padroni di casa si sono imposti per 2-1 sul Besiktas. Il match ha però preso il via con ampio ritardo a causa delle intemperanze dei tifosi, che hanno macchiato il prepartita con il lancio di petardi e con un'invasione di campo. Ripristinate le condizioni minime per giocare a pallone, i turchi hanno trovato il vantaggio con Babel al quarto d'ora; gli ospiti sono poi riusciti a difendere il gol fino a sette minuti dal termine, quando in soli due giri di orologio Tolisso e Morel hanno ribaltato il punteggio.

Nell'incontro che in apparenza avrebbe dovuto offrire meno spettacolo, Celta Vigo e Genk si sono invece rese protagoniste di un match frizzante, da cui i galiziani sono usciti vincitori per 3-2. Le marcature sono però state aperte dai fiamminghi, che hanno trovato il vantaggio con la rete di Boetius; la reazione dei padroni di casa è stata poi poderosa con Sisto, Iago Aspas e Guidetti che hanno portato il Celta sul 3-1. Nella ripresa, però, Buffel firma il secondo gol per i belgi, lasciando aperte tutte le porte in chiave qualificazione.

L'ultimo quarto di finale poneva infine di fronte Ajax e Schalke 04; gli olandesi hanno conquistato la vittoria con un secco 2-0 in forza della doppietta di Klaassen. Il gioiello del centrocampo dei lancieri ha trasformato un calcio di rigore nel primo tempo, per poi raddoppiare nella ripresa su servizio di Justin Kluivert, promettentissimo figlio di Patrick, visto anche al Milan sul finire degli anni '90.

Gigi Bria

comments

CULTURA

RICETTE

MISTERI

FASHION