Giovedì, Dicembre 14, 2017

milano accoltellamento stazione centraleUn pregiudicato per reati di droga di origine magrebine, ma nato a Milano nel 1996, ha accoltellato un agente della Polizia Ferroviaria e due militari dell'Esercito. E' accaduto nella serata di ieri, 18 maggio, intorno alle 20, alla Stazione Centrale di Milano.

Quando i tre tutori dell'ordine, impegnati in una pattuglia mista, hanno fermato l'individuo per un controllo di documenti, il delinquente ha estratto un coltello, ferendo ad un braccio il caporalmaggiore ed il soldato semplice, mentre l'agente di Polizia è stato raggiunto dalle coltellate alla clavicola destra. L'aggressione è avvenuta al piano ammezzato della Stazione, di fronte al bar Segafredo. Immediatamente sono giunti sul posto i rinforzi ed il malvivente, al quale è stato trovato addosso un secondo coltello, pur di ritardare le procedure d'arresto ha finto un malore.

L'agente è stato trasportato all'Ospedale Fatebenefratelli, mentre i due militari al Sacco, Nessuno di loro è in condizioni gravi. Il poliziotto, raggiunto telefonicamente dai suoi colleghi, ha dichiarato: "Per fortuna sono riuscito a spostarmi in tempo".

Immediata la presa di posizione del Governatore di Regione Lombardia, Roberto Maroni: "Dopo l'aggressione in Centrale la marcia pro-immigrati prevista per sabato è da annullare per rispetto al militare e al poliziotto ferito mentre stavano compiendo il loro dovere" dice Maroni che continua: "Sono vicino al militare dell'esercito e all'agente della Polfer feriti questa sera alla Stazione Centrale di Milano. Si tratta di un episodio gravissimo, che dimostra come siano assolutamente necessarie le operazioni di controllo e prevenzione della criminalita' come quella effettuata qualche settimana fa e che io ho chiesto vengano estese a tutte le stazioni della Lombardia".

Non da meno, l'Assessore regionale alla Sicurezza e Protezione Civile, Bordonali che dichiara: "Se, come sostengono alcuni esponenti del governo e dell'amministrazione comunale, in termini di immigrazione e accoglienza Milano anticipa il futuro non abbiamo di che stare tranquilli. Chiedero' personalmente al prefetto e al questore di effettuare altri controlli in Stazione Centrale. Il blitz di alcuni giorni fa e' stato importante, ma serve un presidio costante". La Bordonali ha aggiunto: "L'immigrazione e' fuori controllo e sta producendo disastri per la sicurezza dei cittadini e degli agenti delle Forze dell'Ordine. Solidarieta' e vicinanza al militare e al poliziotto colpiti questa sera. Ora e' tempo di rimandare al proprio Paese tutti coloro che non hanno diritto a restare qui".

Commenti anche dall'Assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Alessandro Sorte: "Mi auguro che il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, annulli la manifestazione di sabato 20 maggio. Episodi come quello avvenuto questa sera non sono tollerabili, cosi' come non e' piu' tollerabile accogliere indistintamente chi arriva sul nostro territorio". "Esprimo la mia vicinanza e quella della Giunta - ha concluso Sorte - all'agente della Polfer e al militare ferito. Mi auguro che i controlli iniziati il 2 maggio in Stazione Centrale non solo proseguano, ma siano estesi anche alle altre province lombarde".

Antonio Marino

 

Foto: Tgcom24

comments

CULTURA

RICETTE

MISTERI

FASHION